Feeds

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime news di paginemediche.it?

feeds ico

In collaborazione con: AGI Salute è il portale aperto sul mondo della salute, su tutto quello che c'è o si deve sapere sulla sanità.

Epatite virale: l

Epatite virale: l'esperto risponde

L'epatite virale è una malattia infettiva del fegato che ogni anno causa la morte di 1,5 milioni di persone in tutto il mondo. Nonostante questi dati non c'è una piena percezione nei confronti della patologia.

[...]

Gastroenterologia

Ecografia addominale

Che cos'è l'ecografia addominale

L'ecografia addominale è un'indagine che consente al medico di esplorare gli organi addominali. Utilizza gli ultrasuoni, emessi da una sonda appoggiata sulla cute che capta anche la loro riflessione che varia in base alla diversa  consistenza dei tessuti attraversati.

Con l'aggiunta del Doppler è possibile avere informazioni sulla circolazione all'interno dei vasi e sulla vascolarizzazione di eventuali masse. L'effetto Doppler può essere rappresentato sullo schermo o da segnali grafici  e sonori o da 'effetto colore' all'interno dei vasi (color Doppler). Oggi è inoltre possibile, con l'impiego di particolari mezzi di contrasto, potenziare ulteriormente le capacità del Doppler migliorandone la sensibilità.

A che serve?

L'ecografia serve, in primo luogo, per valutare la forma, le dimensioni, la struttura degli organi. Attraverso tali informazioni si possono diagnosticare patologie di varia natura a carico di tutti gli organi addominali. In particolare è impiegata per valutare:

  • malattie epatiche acute e croniche (epatiti, cirrosi, ecc.);
  • malattie della colecisti e delle vie biliari (calcoli e infiammazione della colecisti, ostruzione delle vie biliari, ecc.);
  • malattie renali (nefriti acute e croniche, calcoli, ostruzioni delle vie urinarie, ecc.);
  • presenza di liquido libero o di raccolte nella cavità addominale;
  • alterazioni dello spessore della parete intestinale (malattie infiammatorie croniche) o dilatazione di segmenti intestinali (conseguenti ad ostruzioni).

Con l'ausilio dell'ecografia è possibile eseguire piccoli interventi impiegando aghi e cateteri particolari che consentono di trattare tumori (iniettando sostanze al loro interno o inserendovi sonde termiche o laser) o prelevare dei tessuti (biopsie).

A cosa non serve

Non serve a valutare alterazioni della mucosa intestinale; se c’è molto meteorismo addominale può essere difficile la valutazione di alcuni organi soprattutto il pancreas, può essere difficoltoso nelle persone obese.

Cosa devo sapere

L'esame viene effettuato con paziente a digiuno da almeno sei ore. Per quanto oggi noto, gli ultrasuoni sono innocui. L'esame ha una durata generalmente di pochi minuti e non è assolutamente doloroso né arreca alcun fastidio. Si esegue con il paziente in decubito supino e/o laterale.

Top

Come si svolge

Si esegue appoggiando la sonda ecografica sull'addome. Per migliorare la trasmissione degli ultrasuoni, si interpone tra la sonda e la cute un gel acquoso. Non è necessaria alcuna precauzione particolare, può essere utile praticare nei giorni precedenti una dieta priva di frutta e verdura, per ridurre il meteorismo intestinale. E' eseguibile in qualsiasi ambiente (anche a domicilio).

 

Scheda revisionata da:

Dott.ssa Maria Rita Badalamenti
Specialista in Gastroenterologia

 

Prima pubblicazione: martedì 11 giugno 2013
Ultima revisione successiva: martedì 11 giugno 2013
epatite-virale-lesperto-risponde
la-drunkoressia
alimentazione-e-salute-del-fegato
epatite-c-conosciamola-meglio