Feeds

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime news di paginemediche.it?

feeds ico

In collaborazione con: AGI Salute è il portale aperto sul mondo della salute, su tutto quello che c'è o si deve sapere sulla sanità.

Epatite virale: l

Epatite virale: l'esperto risponde

L'epatite virale è una malattia infettiva del fegato che ogni anno causa la morte di 1,5 milioni di persone in tutto il mondo. Nonostante questi dati non c'è una piena percezione nei confronti della patologia.

[...]

Indagini pre-trattamento e controindicazioni


La decisione di intraprendere la terapia antivirale deriva essenzialmente da una duplice valutazione che tiene conto, per ogni singolo paziente, da una parte dei reali benefici che ne possono derivare (remissione della malattia epatica) e dall'altra della possibilità di insuccesso, dei costi e degli effetti collaterali che la accompagnano. Nel caso che questo bilancio sia spostato a favore del trattamento, il paziente è avviato ad una serie di accertamenti per definire la malattia sotto molteplici profili (istologico, biochimico, virologico).

Indagini da eseguire prima del trattamento

  • Ecografia epatosplenica
  • Biopsia epatica
  • Funzionalità epatica (Transaminasi, Fosfatasi alcalina, Bilirubinemia, Quadro proteico, ecc.)
  • Funzionalità tiroidea
  • Funzionalità renale
  • Emocromo e piastrine
  • Anticorpi antinucleo
  • a1-fetoproteina
  • HIV
  • HBsAg e anti-HBc
  • Test di gravidanza (donne in età fertile)
  • HCV-RNA qualitativo
  • Genotipo virale *
* Il genotipo dell'HCV è un'indagine indispensabile sia per prevedere la risposta al trattamento che la sua durata. I genotipi 2 e 3 hanno risposta sostenuta alla terapia in circa l'80% dei casi, anche con ciclo terapeutico di più breve durata.

Esempi di controindicazioni al trattamento
  • Soggetti anziani (>65 anni)
  • Donne in gravidanza o in allattamento
  • Malattie epatiche non virali (emocromatosi, m. di Wilson, alcolismo, steatoepatite, epatiti autoimmuni, ecc.)
  • Disordini psichiatrici, depressione
  • Emoglobinopatie
  • Malattia epatica scompensata
  • Malattie cardiovascolari importanti (angina, infarto recente, insufficienza congestizia, ipertensione arteriosa grave, turbe del ritmo, ecc.)
  • Diabete mellito scompensato
  • Malattie immunologiche (lupus, porpora trombocitopenica, sclerodermia, ecc.) o malattie che necessitano di trattamento con steroidi
  • Etilismo o non volontà di astenersi dall'uso di bevande alcoliche
  • Tossicodipendenza
  • Alterazioni retiniche clinicamente significative




Filomena Morisco
Nicola Caporaso

Cattedra di Gastroenterologia
Dipartimento di Scienza degli Alimenti
Università di Napoli "Federico II"