Feeds

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime news di paginemediche.it?

feeds ico

In collaborazione con: AGI Salute è il portale aperto sul mondo della salute, su tutto quello che c'è o si deve sapere sulla sanità.

Epatite virale: l

Epatite virale: l'esperto risponde

L'epatite virale è una malattia infettiva del fegato che ogni anno causa la morte di 1,5 milioni di persone in tutto il mondo. Nonostante questi dati non c'è una piena percezione nei confronti della patologia.

[...]

Epatite C: una malattia epidemiologicamente rilevante oggi, ma non per le future generazioni

In Italia la maggioranza delle malattie croniche del fegato sono causate dall'abuso di bevande alcoliche e da virus.

Nella popolazione generale adulta l'incidenza delle epatiti acute dovute al virus C è in lento ma costante declino, mentre è molto elevata la prevalenza dell'infezione cronica: dal 3,2% al 12,6%, in relazione all'area geografica.

Si calcola che in Italia sia infetto più di un milione e mezzo di persone.

La distribuzione dei casi di infezione cronica da virus C non è omogenea, con maggiore presenza nelle regioni del sud e nelle fasce di età avanzate, fino a prevalenze di oltre il 20% in soggetti ultrasettantenni.
Nelle fasce di età più giovanili la prevalenza è molto più bassa; solo lo 0,2-0,5% dei soggetti al di sotto dei venti anni risulta contagiata.

Il bassissimo numero di infezioni da HCV nell'infanzia e nell'adolescenza, insieme all'osservazione che ormai le nuove infezioni sono rare o comunque concentrate prevalentemente in alcune categorie (tossicodipendenti, dializzati, ecc.), fa ritenere plausibile l'ipotesi che, con un maggior controllo nei soggetti a rischio, l'epatite da virus C tenderà progressivamente a diminuire e, nei prossimi decenni, ad esaurirsi.



Filomena Morisco
Nicola Caporaso

Cattedra di Gastroenterologia
Dipartimento di Scienza degli Alimenti
Università di Napoli "Federico II"