Feeds

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime news di paginemediche.it?

feeds ico

In collaborazione con: AGI Salute è il portale aperto sul mondo della salute, su tutto quello che c'è o si deve sapere sulla sanità.

Epatite virale: l

Epatite virale: l'esperto risponde

L'epatite virale è una malattia infettiva del fegato che ogni anno causa la morte di 1,5 milioni di persone in tutto il mondo. Nonostante questi dati non c'è una piena percezione nei confronti della patologia.

[...]
Pagina 1 di 2
1 2  >
Vaccinazione anti-epatite C(Epatite C dalla A alla Z)

Il virus dell’epatite C ha una grande abilità nel mutare rapidamente. Le conseguenze sono principalmente due: il nostro organismo non riesce a eliminarlo, ed è difficile mettere a punto un vaccino efficace, in grado cioè di proteggerci dall’infezione.

Trapianto del fegato(Epatite C dalla A alla Z)

L’epatite C è una delle minacce più gravi alla riuscita di un trapianto di fegato, soprattutto se il paziente aveva già il virus C al momento del trapianto stesso. In questi casi esistono dei protocolli terapeutici ma l’eliminazione del virus si ottiene solo nel 16 per cento dei casi.

Le altre epatiti virali(Epatite C dalla A alla Z)

Oltre all’epatite C, le altre epatiti più frequenti sono causate dal virus B (HBV) e dal virus A (HAV). Grazie alle vaccinazioni (obbligatoria per l’epatite B dal 1991), queste malattie in Italia sono in netto calo.

Altri organi coinvolti - una sigla per malattie diverse(Epatite C dalla A alla Z)

Le recenti scoperte della ricerca italiana sembrano suggerire che dietro la sigla HCV (hepatitis C virus), debbano essere comprese non uno, ma due virus. Il virus dell’epatite C, ma anche il virus della crioglobulinemia umana, che è causa di una malattia autoimmune. Il sospetto, che dovrà essere chiarito dalla ricerca, è che ci siano due popolazioni virali diverse, con diversi bersagli patologici.

Il fegato(Epatite C dalla A alla Z)

Il fegato è il più voluminoso organo del corpo umano, del peso di circa 1200-1500 grammi, situato nello spazio retrocostale del quadrante superiore destro dell’addome.

Come difendersi: dalla Prevenzione allo Screening(Epatite C dalla A alla Z)

Anche strumenti di uso quotidiano, quali spazzolino da denti, lamette o rasoi, possono diventare veicoli del virus C dell’epatite (HCV) se condivisi con famigliari portatori dell’infezione. Così come punture o ferite accidentali con aghi o strumenti contaminati, per esempio usati per tatuaggi o piercing. Il virus non si trasmette invece né con l’allattamento né con la saliva, e quindi, con gli starnuti, con la tosse, con baci e abbracci, mangiando dagli stessi piatti o bevendo negli stessi bicchieri, né si trasmette tramite il consumo di cibo o di acqua.

Vivere con l'epatite C(Epatite C dalla A alla Z)

Si stima che nel mondo ci siano circa 200 milioni di infetti, e in Italia circa 800.000 o più portatori del virus. La trasmissione sessuale è poco frequente (solo il 7%) e quella materno-fetale piuttosto rara (1-2%).

Nuove opportunità per i pazienti difficili(Epatite C dalla A alla Z)

Per pazienti difficili si intende coloro che non hanno risposto favorevolmente alla terapia o che risultano essere in sovrappeso, con cirrosi, con genotipo 1, con alta viremia e valori elevati di ferro.

Diagnosi e terapia(Epatite C dalla A alla Z)

L’infezione da virus dell’epatite C oggi, nonostante i progressi della medicina, è spesso sottodiagnosticata. Il motivo principale sta nel fatto che il decorso clinico è caratterizzato da un lungo periodo di asintomaticità, durante il quale i portatori dell’infezione non hanno consapevolezza di essere infetti.

Epidemiologia e storia naturale(Epatite C dalla A alla Z)

La presenza dell’infezione da HCV in Italia aumenta fortemente con l’età, raggiungendo punte particolarmente elevate nella popolazione anziana del sud Italia (oltre il 30%).

1 2  >
Pagina 1 di 2