Feeds

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime news di paginemediche.it?

feeds ico

In collaborazione con: AGI Salute è il portale aperto sul mondo della salute, su tutto quello che c'è o si deve sapere sulla sanità.

Epatite virale: l

Epatite virale: l'esperto risponde

L'epatite virale è una malattia infettiva del fegato che ogni anno causa la morte di 1,5 milioni di persone in tutto il mondo. Nonostante questi dati non c'è una piena percezione nei confronti della patologia.

[...]

Porfiria:Porfiria acuta intermittente

Codice domanda: FF/1D15440

Salve, vorrei sapere se la porfiria acuta a intermittenza è invalidante.... e se si fino a che percentuale? grazie mille a presto.

La porfiria acuta intermittente (PAI) è una malattia genetica appartenente al gruppo delle porfirie, una gruppo di malattie che coinvolgono difetti nel metabolismo dell’eme (derivato dell’emoglobina) e che risultano in una eccessiva secrezione di porfirine e precursori delle porfirine. La PAI si manifesta con dolore addominale, neuropatie e stipsi, ma, a differenza della maggior aprte dei tipi di profirie, i pazienti con PAI non hanno manifestazioni cutanee. La sequenza di eventi negli attacchi di solito comprende: 1. dolore addominale, 2. sintomi psichiatrici, e 3. neuropatie periferiche. La maggior parte dei pazienti non ha alcun disturbo nel periodo di intervallo tra gli attacchi. La maggior parte dei pazienti (60-80%) che hanno un attacco acuto di porfiria non ne avranno mai un altro. L’evitare i fattori precipitanti (assunzione di una serie di farmaci e digiuno) un attacco può prevenire l’attacco stesso. Pertanto è necessario enfatizzre l’importanza di evitare farmaci non sicuri ed il digiuno.

A cura di Fegato.com