Feeds

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime news di paginemediche.it?

feeds ico

In collaborazione con: AGI Salute è il portale aperto sul mondo della salute, su tutto quello che c'è o si deve sapere sulla sanità.

Epatite virale: l

Epatite virale: l'esperto risponde

L'epatite virale è una malattia infettiva del fegato che ogni anno causa la morte di 1,5 milioni di persone in tutto il mondo. Nonostante questi dati non c'è una piena percezione nei confronti della patologia.

[...]

Esami diagnostici:Referto

Codice domanda: GG/2D34261

Sono stato definito un soggetto diabetico (138 a digiuno) da una ecografia all'addome superiore si evidenzia un "fegato di dimensioni aumentate ed ecostruttura iperecogena come da steatosi" ed "una grossolana calcificazione intraparenchiale a dx". il resto e regolare. gradirei sapere di cosa si tratta e se devo ritenermi malato di fegato. grazie.

La presenza di steatosi epatica riscontrata alla ecografia non può permettere di fare diagnosi di malattia epatica, di per sé. Anche la presenza di una calcificazione intraparenchimale epatica non è espressione di malattia al fegato, di per sé. E’ comunque necessario che si sottoponga ad approfondimento diagnostico per escludere che vi siano segni di danno epatico che possono accompagnarsi alla steatosi epatica. Ciò può essere effettuato mediante un semplice prelievo di sangue per analizzare i cosiddetti tests di funzione epatica (bilirubinemia, aminotransferasi, fosfatasi alcalina, GGT, albuminemia, tempo di protrombina) ed altri tests collaterali (elettroforesi proteica, emocromo con piastrine) oltre ai marcatori virali epatitici (HBsAg e antiHCV).

A cura di Fegato.com