Feeds

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime news di paginemediche.it?

feeds ico

In collaborazione con: AGI Salute è il portale aperto sul mondo della salute, su tutto quello che c'è o si deve sapere sulla sanità.

Epatite virale: l

Epatite virale: l'esperto risponde

L'epatite virale è una malattia infettiva del fegato che ogni anno causa la morte di 1,5 milioni di persone in tutto il mondo. Nonostante questi dati non c'è una piena percezione nei confronti della patologia.

[...]

Esami diagnostici:CPK

Codice domanda: GG/3C33408

Dopo le ultime analisi fatte per il controllo del colesterolo, il livello delle CPK era 290 (marzo 2005). A luglio 2004 era di 165. Sono sotto farmaci (Fulcro da 200mg) per il controllo del colesterolo a partire dal marzo 2004. Svolgo regolarmente attività fisica (10 minuti al giorno di addominali, due volte la settimana 6/7 km. di corsa leggera). I prelievi non sono stati fatti dopo particolari sforzi fisici.
E' necessario fare qualche cosa per questo livello fuori norma delle CPK?

La CPK e' un enzima endocellulare contenuto principalmente nel muscolo scheletrico, nel miocardio e nel tessuto cerebrale. Catalizza la fosforilazione della creatina, grazie all'intervento dell'ATP, con formazione di fosfocreatina e ADP, reazione di importanza fondamentale nel metabolismo muscolare. Sono stati identificati tre differenti isoenzimi diagnosticamente significativi: la CPK-BB di origine cerebrale, la CPK-MB di origine cardiaca e la CPK-MM di origine muscoloscheletrica. L'esercizio fisico, iniezioni intramuscolari profonde, delirium tremens e interventi chirurgici possono elevare i livelli di CPK. Farmaci che possono produrre un incremento di CPK sono gli anticoagulanti, la morfina, l'alcool, alte dosi di salicilati, l'anfotericina B, i clofibrati ed alcuni anestetici. E' consigliabile eseguire il prelievo a digiuno da 8 ore e valutare tutti i suddetti fattori di incremento della CPK.

A cura di Fegato.com