Feeds

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime news di paginemediche.it?

feeds ico

In collaborazione con: AGI Salute è il portale aperto sul mondo della salute, su tutto quello che c'è o si deve sapere sulla sanità.

Epatite virale: l

Epatite virale: l'esperto risponde

L'epatite virale è una malattia infettiva del fegato che ogni anno causa la morte di 1,5 milioni di persone in tutto il mondo. Nonostante questi dati non c'è una piena percezione nei confronti della patologia.

[...]

Esami diagnostici:Una valutazione

Codice domanda: GG/1B31223

Vi scrivo i risultati dell'ecografia all'addome superiore, che ne pensate, cosa mi consigliate?
"Fegato di dimensioni complessive nei limiti della norma, con lieve ipertrofia del lobo sinistro, a margini regolari; la struttura parenchimale appare più ecogena di quanto si osserva di solito come per note di steatosi.
Nella regione centrale sopra-ilare, in corrispondenza del 4° segmento, si evidenzia un focolaio solido-ipoecogeno, omogeneo, di circa cm. 3 di diametro, privo di caratteristiche specifiche e non localizzato nella sede abituale delle cosiddette 'aree di risparmio'.
Colecisti normodistesa, a pareti regolari, non contenente calcoli o 'sabbia' biliare, e non dolente alla pressione mirata.
Vena porta di calibro regolare.
Reni in sede, di dimensioni normali, con spessore parenchimale conservato; non si rilevano calcoli eco-evidenziabili (la metodica ecografica non consente di escludere con sicurezza i fenomeni microlitiasici) né dilatazioni delle vie escretrici.
Pancreas ben visualizzabile, di aspetto normale.
Milza di dimensioni regolari, esente da lesioni focali."
Grazie per il vostro parere.

Anche se una valutazione clinica non può necessariamente basarsi soltanto su di un referto ecografico ma ha necessariamente bisogno di tutti gli altri elementi clinici indispensabili, l’evidenza ecografica di una lesione focale di dubbia interpretazione impone un approfondimento diagnostico. Pertanto è verosimilmente necessario eseguire un esame di immagine alternativo all’ecografia, quale, ad esempio, la TC con mezzo di contrasto.

A cura di Fegato.com