Feeds

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime news di paginemediche.it?

feeds ico

In collaborazione con: AGI Salute è il portale aperto sul mondo della salute, su tutto quello che c'è o si deve sapere sulla sanità.

Epatite virale: l

Epatite virale: l'esperto risponde

L'epatite virale è una malattia infettiva del fegato che ogni anno causa la morte di 1,5 milioni di persone in tutto il mondo. Nonostante questi dati non c'è una piena percezione nei confronti della patologia.

[...]

Esami diagnostici:Valori alterati

Codice domanda: GG/3A30337

Dalle mie analisi risultano valori elevati di GOT 43U/I e GTP 93U/I, inoltre ho un basso valore di HDL pari a 28 mg/dl . Tali anomalie sono correlate tra loro? Quali ulteriori analisi devo effettuare? Vi sono le terapie farmacologiche indicate? Vi sono precedenti di infarto in famiglia, sono un soggetto a rischio?

Verosimilmente non vi è alcuna relazione tra le due indagini. Inoltre il valore di HDL-colesterolo, di per sé, ha poco valore, in quanto è necessario conoscere la colesterolemia totale. Se quest’ultima è normale, allora non c’è da dar peso al valore di HDL. Invece l’alterazione dei valori di aminotransferasi impone un approfondimento: prima di tutto ricontrollandole e ripetendole mensilmente per 5-6 mesi e poi ricercando i fattori di danno epatico. Tra di essi bisogna rilevare l’assunzione di alcolici o di farmaci, i marcatori virali epatitici (HBsAg ed anti-HCV).

A cura di Fegato.com