Feeds

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime news di paginemediche.it?

feeds ico

In collaborazione con: AGI Salute è il portale aperto sul mondo della salute, su tutto quello che c'è o si deve sapere sulla sanità.

Epatite virale: l

Epatite virale: l'esperto risponde

L'epatite virale è una malattia infettiva del fegato che ogni anno causa la morte di 1,5 milioni di persone in tutto il mondo. Nonostante questi dati non c'è una piena percezione nei confronti della patologia.

[...]

Esami diagnostici:Steatosi

Codice domanda: FF/3E17506

Dopo due anni che non eseguivo controlli, il mio medico di base mi ha prescritto delle analisi dalle quali dono emersi i seguenti valori fuor dalla norma: Glicemia 118; colesterolo totale 247; trigliceridi 258; alt (gpt) 50; fibrinogeno 423; elettroforesi sierologica gamma 11,20. A seguito di ciò sono stato sottoposto per la prima volta nella mia vita all'ecografia dell'addome superiore con il seguente risultato "Epatomegalia con netta steatosi. Cisti di 35 mm al confine tra i segmenti II e III. Colicisti alitiasica senza dilatazioni delle vie biliari intra o extra epatiche. Pancreas e milza normali. Il mio medico di fiducia mi ha consigliato una dieta per perdere qualche chilo visto che sono in leggero sovrappeso e di ripetere l'ecografia e le analisi fra un anno. Vi chiedo se è consigliabile procedere ad ulteriori accertamenti.

Perfettamente d’accordo sulla necessità di seguire una dieta ipocalorica-ipolipidica e raggiungere un peso normale. Tuttavia è utile controllare a breve gli esami alterati e ripeterli mensilmente per un periodo di 5-6 mesi, alla fine dei quali effettuare una valutazione più precisa del problema.

A cura di Fegato.com