Feeds

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime news di paginemediche.it?

feeds ico

In collaborazione con: AGI Salute è il portale aperto sul mondo della salute, su tutto quello che c'è o si deve sapere sulla sanità.

Epatite virale: l

Epatite virale: l'esperto risponde

L'epatite virale è una malattia infettiva del fegato che ogni anno causa la morte di 1,5 milioni di persone in tutto il mondo. Nonostante questi dati non c'è una piena percezione nei confronti della patologia.

[...]

Marcatori tumorali:diagnosi precoce delle neoplasie e marcatori

Codice domanda: GG/1I40390

NELL'AMBITO DELLA RICERCA DELL'INFERTILITA', DA ALCUNI ESAMI ORMONALI E' USCITO FUORI L'ANTIGENE CA 19-9 A 84 E CA 50 A 36.SONO GIU DI MORALE NON HO MAI AVUTI SINTOMI SE NON DOLORI MESTRUALI ALLE OVAIE FORTI OGNI MESE DA SEMPRE. UN MESE FA HO SUBITO UNA RESETTOSCOPIA ALL'UTERO, CHE A DETTA DAL MIO GINECOLOGO SERVE PER METTERE IN CONDIZIONI OTTIMALI L'ENDOMETRIO NELL'UTERO CHE AVEVO MOLTO FLORIDO. STIAMO INDAGANDO PER UNA EVENTUALE FIVET. MA ORA QUESTI VALORI CA 19-9 E CA 50 MI HANNO DEMORALIZZATA AVRO' QUALCOSA DI BRUTTO? AIUTATEMI.

I marcatori tumorali CA 19.9 e CA 50 non possono essere utilizzati per la diagnosi precoce delle neoplasie. Piccoli aumenti dei valori non assumono alcuna importanza e non sono quindi attendibili per porre diagnosi di tumore. Per infezioni intercorrenti o per altri motivi possono in alcuni momenti aumentare senza alcun significato. Eventualmente potrebbe essere utile ripeterli in futuro.

Visita www.ospedalecardarelli.it