Feeds

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime news di paginemediche.it?

feeds ico

In collaborazione con: AGI Salute è il portale aperto sul mondo della salute, su tutto quello che c'è o si deve sapere sulla sanità.

Epatite virale: l

Epatite virale: l'esperto risponde

L'epatite virale è una malattia infettiva del fegato che ogni anno causa la morte di 1,5 milioni di persone in tutto il mondo. Nonostante questi dati non c'è una piena percezione nei confronti della patologia.

[...]

Noduli:Alcolizzazione

Codice domanda: GG/1F36999

Volevo gentilmente sapere come viene eseguita l'alcolizzazione ad un nodulo al fegato di 3 cm. mio padre ha 77 anni ed ha subito una resezione 8 mesi fa.
quanto è dolorosa per il paziente - viene fatta in anestesia locale? Quanto è valida? Il trattamento verrà eseguito al policlinico di Milano. Grazie e cordiali saluti, Luisa.

L’alcolizzazione di una lesione epatica si esegue, anche in via ambulatoriale, a paziente sveglio. Si esegue una anestesia locale nella sede di iniezione cutanea dell’ago, molto sottile, e si segue l’introduzione dell’ago mediante l’ecografo. Una volta che ci si è accertati che la punta dell’ago si trovi esattamente all’interno della lesione, si provvede ad iniettare l’alcol. La procedura, soprattutto se effettuata in mani esperte, è poco dolorosa. Dopo l’alcolizzazione può presentarsi un dolore causato dallo spandimento dell’alcol nell’intorno della lesione. In tali casi, la somministrazione di un farmaco analgesico è in grado, solitamente, di risolvere il sintomo. Tale procedura, nei casi i cui è indicata, ha un elevata percentuale di successi, pari alla chirurgia resettiva.

A cura di Fegato.com