Feeds

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime news di paginemediche.it?

feeds ico

In collaborazione con: AGI Salute è il portale aperto sul mondo della salute, su tutto quello che c'è o si deve sapere sulla sanità.

Epatiti virali

Epatiti virali

L'epatite virale è una malattia infettiva che interessa il fegato e può essere causata da diversi tipi di virus. Le epatiti B e C sono la causa della morte di 90mila persone in Europa.

[...]

Noduli:Alcolizzazione

Codice domanda: GG/1F36999

Volevo gentilmente sapere come viene eseguita l'alcolizzazione ad un nodulo al fegato di 3 cm. mio padre ha 77 anni ed ha subito una resezione 8 mesi fa.
quanto è dolorosa per il paziente - viene fatta in anestesia locale? Quanto è valida? Il trattamento verrà eseguito al policlinico di Milano. Grazie e cordiali saluti, Luisa.

L’alcolizzazione di una lesione epatica si esegue, anche in via ambulatoriale, a paziente sveglio. Si esegue una anestesia locale nella sede di iniezione cutanea dell’ago, molto sottile, e si segue l’introduzione dell’ago mediante l’ecografo. Una volta che ci si è accertati che la punta dell’ago si trovi esattamente all’interno della lesione, si provvede ad iniettare l’alcol. La procedura, soprattutto se effettuata in mani esperte, è poco dolorosa. Dopo l’alcolizzazione può presentarsi un dolore causato dallo spandimento dell’alcol nell’intorno della lesione. In tali casi, la somministrazione di un farmaco analgesico è in grado, solitamente, di risolvere il sintomo. Tale procedura, nei casi i cui è indicata, ha un elevata percentuale di successi, pari alla chirurgia resettiva.

A cura di Fegato.com