Feeds

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime news di paginemediche.it?

feeds ico

In collaborazione con: AGI Salute è il portale aperto sul mondo della salute, su tutto quello che c'è o si deve sapere sulla sanità.

Epatite virale: l

Epatite virale: l'esperto risponde

L'epatite virale è una malattia infettiva del fegato che ogni anno causa la morte di 1,5 milioni di persone in tutto il mondo. Nonostante questi dati non c'è una piena percezione nei confronti della patologia.

[...]

Agenesia della colecisti:Cosa fare?

Codice domanda: GG/3D35072

Salve mi chiamo Gabriella, ho 22 anni sono appena uscita dall'ospedale dove la diagnosi è stata: LITIASI VBP. CON MALFORMAZIONE VBE. E AGENESIA COLECISTI. Sono stata ricoverata in seguito a due ecografie che descrivevano la presenza di calcoli sia alla coleciste che al coledoco. Il 31 marzo per tanto mi hanno fatto un primo ERCP dove però non sono riusciti a togliere tutti i calcoli, e mi hanno messo anche un sondino nasogastrico. La settimana seguente di mercoledì mi è stata praticata la litotrisia ovvero il bombardamento dei calcoli che si sono frantumati in parte. Il giorno seguente di giovedì mi hanno fatto un secondo ERCP. La settimana successiva siccome non erano riusciti a togliere un ultimo grande calcolo, mi è stata praticata di nuovo di mercoledi la litotrisia, e il giorno seguente ho fatto il terzo ERCP, l'ultimo... dove sono finalmente riusciti a togliermi l'ultimo calcolo e mi hanno tolto anche il sondino nasogastrico che mi avevano messo il 31 marzo. Con grande sorpresa mi hanno riferito che dalla nascita non ho la coleciste e che ho anche una malformazione alle vie biliari. Mi hanno inoltre spiegato che nelle prime due ecografie il coledoco era talmente dilatato da sembrare appunto la cistifellea che nel mio caso non ho dalla nascita. Sono stata mandata a casa il giorno seguente con la raccomandazione di seguire una dieta povera in grassi, fritti.. .e di presentarmi a un controllo tra tre mesi. Inoltre quando ero piccolina, avrò avuto 7 o 8 anni, mi è stata diagnosticata una Epatite Non A - Non B. I medici di adesso mi hanno fatto le analisi ma i markers dell'epatite B e C non sono presenti !!! Eppure io sono stata ricoverata per un mese per questo fatto!!!!!! La mia domanda è questa: Tenendo presente che non sono un soggetto " a rischio " a calcoli (non fumo, non sono obesa, non bevo, non ho mai avuto gravidanze o preso la pillola, sono molto giovane ecc...) da che cosa è stato portato il tutto? è un caso raro il mio?? Ha mai avuto casi simili tra le mani??? Che cosa mi consiglia di fare? In attesa di una sua risposta le porgo i miei cordiali saluti.

Le malformazioni sono anomalie genetiche che sono presenti sin dalla nascita e quindi non sono la conseguenza di comportamenti inidonei. Nel caso delle vie biliari in effetti tali anomalie non sono del tutto rare.

A cura di Fegato.com