Feeds

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime news di paginemediche.it?

feeds ico

In collaborazione con: AGI Salute è il portale aperto sul mondo della salute, su tutto quello che c'è o si deve sapere sulla sanità.

Epatiti virali

Epatiti virali

L'epatite virale è una malattia infettiva che interessa il fegato e può essere causata da diversi tipi di virus. Le epatiti B e C sono la causa della morte di 90mila persone in Europa.

[...]

Macchia al fegato:Indicazioni

Codice domanda: T5D9JS30

Buon giorno,casualmente durante una visita di routine è emerso che c'èra una macchia sul fegato......di seguito i referti delle varie analisi eseguite presso il CRO.Ora è comparsa una seconda macchia che prima non c'era, gradirei avere dei consigli in merito e capire se mi devo preoccupare per qualcosa di veramente grave. Sono giovane e parecchio in apprensione, preciso che non ho mai avutoniente di che e che altri esami, come la colonscopia sono risultati negativi. Ringraziandovi anticipatamente saluto cordilamente.Utente: Esterno Esami eseguiti in data:- 22/05/2007RMN ADDOME SUP. senza e con MdC (Incl.:fegato,vie bil.,milza,pancreas,reni, surreni.retroper.con rel.distr. vasc.) Esame eseguito con studio sui piani assiali e coronali mediante sequenze T2 e TI pesate, queste ultime ripetute dopo somministrazione ev di mdc epatospecifico (gadobenato dimeglumina).Fegato nei limiti, a margini regolari.In corrispondenza del VI segmento epatico si conferma la presenza di formazione ovalare a profili lobulati, delle dimensioni assiali di 18 x 10 mm, caratterizzata da ipointensita' del segnale nelle sequenze TI pesate, netta iperintensita' in quelle T2 pesate e da esile "rim" di enhancement periferico che, nelle acquisizioni tardive sembra presentare minimo andamento centripeto.Il quadro risulta riferibile in prima ipotesi ad angioma parzialmente trombosato.Si consiglia follow-up ravvicinato mediante esame eco-contrastografico.Utente:Esterno Esami eseguiti in data: 04/07/2007ECOGRAFIA ADDOME SUPERIORE CON MDC (SonoVue).Esame base:quadro compabilie con steatosi epatica di grado lieve. Presenza al VI segmento in prossimità della vena sovraepatica di dx di formazione iperecogena di dimensioni di 1.7 x 1.4 cm Fase arteriosa: la formazione presenta enhancement del mdc di tipo periferico.Fase portale: progressiva omogenizzazione del mdc in senso centrlpeto Fase tardiva: quasi completa omogeneizizzazione della lesione con il parenchima circostante.Conclusioni: la piccola formazione al lobo epatico di dx , presenta allo studio dei flussi vascolari con mdc compatibilità con una natura angiomatosa. Si consiglia visita di controllo tra sei mesi.Utente:Esterno Esami eseguiti in data: 04/07/2007ECOGRAFIA ADDOME SUP (e/o fegato e/o vie bi1.pancr.milza e/o reni e/o surreni e/o retroperit) FEGATO: dimensioni ai limiti sup. della norma, diametro longitudinale del lobo epatico di dx =15.5 cm. V.N.<15 cm. . Margini regolari. Ecostruttura omogenea e lievemente iperecogena.Presenza al TI segmento di formazione iperecogena di diametro di 0.8 cm, una seconda formazione similare si evidenzia al VI segmento di dimensioni di 2 x 1.7 cm. Sistema venoso portale regolare, diametro del tronco portale = 1.2 cm. con flusso epatopeto e vene sovraepatiche nella norma.COLECISTI E VIE BILIARI: dimensioni e morfologia regolari. Pareti nella norma. Assenza di formazioni endoluminali, Via biliare principale e vie bibliari intraepatiche nella norma.MILZA: Dimensioni regolari, diametro longitudinale = Il.2 cm. Ecostruttura omogenea.PANCREAS: mal valutabile per intenso meteorismo, purtuttavia escludibili grossolane lesioni espansive.. Non dilatazione del Wirsung.RENI: dimensioni e morfologia regolari. Ecostruttura omogenea. Quota parenchinale ben rappresentata. Vie escretrici non dilatate.Conclusioni: esame compatibile con steatosi epatica di grado lieve. Presenza ad ambedue i lobi di 2 formazioni di verosimile natura angiomatosa capillare. In raffronto ad esame precedente comparsa di altra piccola formazione al lobo di sn. Si consiglia controllo eco grafico con mdc fra 4 mesi.

Tutti gli esami che lei ha effettuato confermano la natura angiomnatosa della lesione riscontrata a livello del fegato. Si tratta di una lesione benigna che non deve destare preoccupazione. Tuttavia tale aspetto ecografico va necessariamente rivalutato nel contesto clinico (soggetto sano o affetto da malattia epatica cronica) e va comunque ricontrollato a breve distanza di tempo.

A cura di Fegato.com