Feeds

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime news di paginemediche.it?

feeds ico

In collaborazione con: AGI Salute è il portale aperto sul mondo della salute, su tutto quello che c'è o si deve sapere sulla sanità.

Epatiti virali

Epatiti virali

L'epatite virale è una malattia infettiva che interessa il fegato e può essere causata da diversi tipi di virus. Le epatiti B e C sono la causa della morte di 90mila persone in Europa.

[...]

Pressione alta:Indicazioni

Codice domanda: VZ563YGK8B

sono una signora di anni 51 da molti anni soffro di pressione alta e prendo, quinazide mattina e lobivon la sera.ieri un malessere . misurata la pressione era normale , ma le pulsazioni a 44 molto basse. cosa mi può succedere...ho tanta paurasaluti

Gentile signora,nell’ambito della terapia antiipertensiva che Lei segue, il quinazide, cioè la associazione di quinapril e idroclorotiazide, non causa bradicardia, potendo avere, in taluni casi, azione tachicardizzante; viceversa il lobivon, cioè il betabloccante nebivololo, può dare bradicardia. Utile, quindi, consultare il Suo cardiologo di fiducia per sottoporsi ad esame elettrocardiografico ed eventuale holter ECG. Sarà, quindi, il Suo cardiologo a stabilire, sulla base dei risultati, se è necessario ridurre gradualmente il farmaco in questione ed eventualmente giungere, ove necessario, a una sua sostituzione

A cura di Tuttocuore.it